giovedì 27 dicembre 2018

Gingerbread Cake e il Natale allo Zenzero







































"Per fare una canzone di Natale non basta un argomento natalizio
ma occorre un ingrediente più speciale: lo zenzero
Ma chi lo avrebbe detto che lo zenzero in fondo è il vero fulcro del Natale
non il Presepe, non Gesù bambino ma lo zenzero..."
(Elio e le Storie Tese, Natale allo Zenzero)


Lo ammetto, nell'ultimo mese sono stata piuttosto monotematica e probabilmente questo blog non sentiva il bisogno di un'altro post allo zenzero. Ma io sì! E se state per chiedervi: "Ancora?!?", ve lo dico subito: "Sì ancora!".

venerdì 21 dicembre 2018

Mendiants







































"...Ma, nel mentre che bilanciavano i partiti, si sentì un picchietto all'uscio, 
e, nello stesso momento, un sommesso ma distinto "Deo gratias". 
Lucia, immaginandosi chi poteva essere, corse ad aprire; e subito, fatto un piccolo inchino, 
venne avanti un laico cercatore cappuccino, con la sua bisaccia pendente alla spalla sinistra, 
e tenendone l'imboccatura attortigliata e stretta nelle due mani sul petto. 
"Oh fra Galdino!" dissero le due donne. 
"Il Signore sia con voi," disse il frate. "Vengo alla cerca delle noci." 
"Va' a prender le noci per i padri," disse Agnese."
(A.Manzoni, I Promessi Sposi, Cap.3)


Un tempo era usanza per i frati bussare alle porte delle case per raccogliere la questua, ciò che il buon cuore dei fedeli avrebbe donato caritatevolmente alla comunità ecclesiastica. Tra le cose che più comunemente venivano donate c'erano noci e frutta secca perché, nonostante le dimensioni, di facile trasporto, sono alimenti molto nutriente. 

lunedì 17 dicembre 2018

Lebkuchen







































"Una volta mi limitavo a ringraziare Babbo Natale per pochi soldi e qualche biscotto. 
Ora, lo ringrazio per le stelle e le facce in strada, e il vino e il grande mare." 
(Gilbert Keith Chesterton)


In questo periodo, da diversi anni, piazza dei Signori ospita i Mercatini di Norimberga: un delizioso condensato natalizio dal gusto tedesco. Tra lucine e porticati, si stendono decine di bancarelle addobbate a festa, cioccolate, vin brulè, salsicce e bretzel appesi ovunque, oggetti di lana cotta, pout pourri e un angolo in cui un instancabile forno serve a ripetizione focacce e pani caldi. 
Confesso che spero di riuscire ad andarci prima che smantellino tutto e magari a farmi quattro passi sorseggiando da una tazza bollente.

venerdì 14 dicembre 2018

Gingerbread Cookies







































"...Il terzo giorno, quand'ebbero camminato fino a mezzogiorno, giunsero a una casina fatta di pane e ricoperta di focaccia, con le finestre di zucchero trasparente. 
"Ci siederemo qui e mangeremo a sazietà," disse Hänsel. 
"Io mangerò un pezzo di tetto; tu, Gretel, mangia un pezzo di finestra: è dolce." 
Quando Gretel incominciò a rosicchiare lo zucchero, una voce sottile gridò dall'interno:
"Chi mi mangia la casina, zuccherosa e sopraffina?"..."
(F.lli Grimm, Hansel e Gretel)


C'è aria di festa già da un po' nella mia cucina, e la ricerca del biscotto natalizio perfetto mi ha riportata inevitabilmente al gingerbread. 

domenica 25 novembre 2018

Hand pies con Cachi e Mela







































Aprire gli occhi lentamente, senza subire il trauma della sveglia, è di per sè un vero privilegio. 
Ma anche non doversi alzare per uscire di casa mentre fuori piove lo è. 
Rendersi conto che è domenica, che non cascherà il mondo se si indugia pigramente ancora un po' al calduccio sotto le coperte, ascoltando il suono della pioggia che tintinna sulle imposte è un grande sollievo. 

domenica 18 novembre 2018

Gnocchi di Polenta con sugo di Luganega







































"Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura
ché la diritta via era smarrita..."
(Dante, Canto I, Inferno, Divina Commedia)


Nel mezzo di sto novembre, mi son ritrovata improvvisamente...in nessuna selva oscura (per quanto io le diritte vie le smarrisca facilmente), ma sotto la prima vera copertina d'autunno. Perché quel freddo che pensavo non sarebbe mai giunto, ha deciso di arrivare tutto insieme. 

martedì 13 novembre 2018

Cioccolata calda al Cocco







































"...tra le rossastre nubi
stormi d'uccelli neri,
com'esuli pensieri,
nel vespero migrar."
(G.Carducci, San Martino)


L'estate di San Martino non è mai stata tanto evidente come quest'anno: questi assurdi 20 gradi novembrini mi stanno fiaccando...mai avrei pensato di dirlo! 
Ho sognato queste temperature per tutta la vita, mentre mesta e assonnata mi facevo strada tra nebbia e brina mattutina per raggiungere la scuola, mentre passavo pomeriggi interi a studiare addossata al termosifone di camera mia, mentre già da fine settembre girovagavo per casa lamentandomi che fosse cominciata la "stagione delle mani fredde". 

sabato 3 novembre 2018

Favette dei morti







































"La morte con tutta probabilità è la più grande invenzione della vita. 
Spazza via il vecchio per far spazio al nuovo."
(S. Jobs)


La supponenza insita nel genere umano, porta a credere spessissimo che le proprie usanze siano migliori di qualunque altra e che la sola conoscenza o interesse mostrato per quelle oltre il proprio "steccato" siano da considerarsi pericolosi per la sopravvivenza imperitura delle proprie.
Ma per chi ha piacere a varcare quel limitante steccato e ancora di più a documentarsi in modo più approfondito su cosa contenga o da cosa divida, potrebbero esserci incredibili e ironiche scoperte.

mercoledì 31 ottobre 2018

Barm Brack e le origini di Halloween







































Non tutti sanno che la festa di Halloween affonda le sue radici in Irlanda almeno 3000 anni fa.
Il 31 ottobre, che originariamente si chiamava Samhain, per il calendario celtico era un giorno molto particolare che segnava la fine dell'estate e celebrava l'ultimo raccolto, prima che giungesse la fredda e buia stagione invernale .
Era così un giorno molto strano, che non apparteneva nè al vecchio nè al nuovo anno, e proprio per questa sua particolarità era come se in quel magico momento la distanza tra il mondo dei vivi e quello degli spiriti potesse diminuire. Ecco che grandi falò e offerte dovevano tenere lontane le forze maligne, mentre candele poste alle finestre e rape svuotate e illuminate (poi diventate zucche) indicare agli spiriti più cari la giusta via da percorrere per non rischiare di vagare per l'eternità nelle tenebre. 

domenica 28 ottobre 2018

Vellutata di zucca al pepe rosa e nocciole







































"L'autunno è una seconda primavera, 
quando ogni foglia è un fiore." 
(Albert Camus) 


Allungo pigramente la mano fuori dalle lenzuola per spegnere la sveglia. 
Mi ci vuole sempre un po' ultimamente per realizzare in che giorno mi trovi, in una sintesi confusa e spaesata del trauma da risveglio. 
Solitamente segue la rassegnazione o il totale sollievo del sabato mattina. Questa volta no! 
Diamine, cosa mai avevo in testa quando ho pensato di iscrivermi a un corso che mi avrebbe impegnato tutto il weekend e obbligato a svegliarmi all'alba pure quando avrei potuto dormire?! 
Semplicemente era ora, di provare a confrontarsi con un vero corso di fotografia e la ricca occasione finalmente per dare un volto reale a vari "nomi social", e conoscere una vera professionista nel campo della food photography, che seguo e ammiro virtualmente da anni. Forza e coraggio, fuori dal letto!

martedì 16 ottobre 2018

Pane di grano e segale con miele di castagno







































Ogni tanto capita che, per raggiungere il lavoro, metta il naso fuori di casa a orari che dovrebbero esser proibiti per auspicare una vita felice. Ma abitare a un paio di palazzi di distanza da un forno ricorda che la felicità, a volte, arriva quando meno te l'aspetti.
Sono sicura che esistano pochi profumi al mondo in grado di riempire l'aria di gioia istantanea come quello che sprigiona il pane appena sfornato.

lunedì 8 ottobre 2018

Ciambelline al Caffè







































"...A che bell'ò cafè 
pure in carcere 'o sanno fa 
co' à ricetta ch'à Ciccirinella 
compagno di cella 
ci ha dato mammà"
(F. De Andrè, Don Raffaè)


Siamo ad ottobre, 5 giorni fa il mio blog ha compiuto 6 anni, tra 5 giorni gli anni li compirò io. 
In ritardo su uno e in anticipo sull'altro, ma questa giornata si posiziona esattamente nel mezzo. 
Ed è, ironia della sorte, la Giornata Nazionale in cui si celebra il Caffè
Un vero inno alla bevanda italiana per eccellenza, al profumo del risveglio al mattino, alla preziosa ancora di salvezza per poter sostenere pesanti giornate lavorative dopo impreviste notti insonni, amico di brevissime pause rigeneranti, come pure ottima scusa per qualche chiacchiera in più con gli amici. Poteva il Macinino esimersi dal festeggiare degnamente? 

lunedì 17 settembre 2018

Torta di semi di papavero e mela







































Una calda giornata di sole di metà settembre, un terrazzo sul tetto di una piccola casetta romana, un tavolino sotto l'ombrellone e 3 amiche pronte per la merenda. 
La merenda, si sa, è una spudorata scusa, come molte che prevedano il sedersi attorno a un tavolo, per condividere un momento insieme, fatto per lo più di chiacchiere, frivole confidenze, scemenze imbarazzanti che sarebbe meglio che il vicino di terrazzo non sentisse, bei sogni e un sacco di altre belle cose che solitamente tengono insieme i rapporti umani, nonostante la mancanza di tempo o le distanze. Se poi c'è anche qualcosa da mangiare, male non fa di certo!
"Proprio buona! C'è il cocco?"
"Non è cocco, sono mandorle"
"Ah...quindi, mandorle, farina..."
"No, non c'è farina! A dire il vero è senza farina, ma anche senza burro, olio, latte..."
"...Uh! E con cosa l'hai fatta allora?!?" 

domenica 9 settembre 2018

Crostata di Ribes e Cannella







































L'entusiasmo dell'essere in vacanza, posti e odori diversi, a volte ci portano a delle suggestioni poco oggettive, come il trovare un cucchiaino di confettura, la più buona mai mangiata. 
Ma queste inglesissime marmellatine, deliziose pure nel packaging, continuano a rubarmi il cuore pure a distanza di tempo. Immaginate la felicità nello scoprire sul sito che vendono online (shop) i loro prodotti! Prima però di provare a farmi arrivare direttamente a casa un pezzetto di Yorkshire sottovuoto, devo finire quelli che ancora stazionano in dispensa che con l'intento di doverne centellinare ogni cucchiaino per farli durare il più possibile, alla fine non sono stati mai aperti. 

martedì 28 agosto 2018

Spaghetti di Zucchine con pesto di Anacardi







































"Macarone, m’hai provocato e io te distruggo! Io me te magno!"


E' dall'ultimo giorno a Madrid che ci penso, non una grande invenzione invero, nè la prima volta che mangiavo le zucchine crude, ma sicuramente la prima volta che le mangiavo "travestite da spaghetti", e vi assicuro che condite con un buon pesto l'inganno per un po' continua anche dopo le prime forchettate. 

sabato 11 agosto 2018

Ghiaccioli Mango&Lamponi







































"(...)Un albero aveva dei bei frutti dorati che il mio ospite chiamò manghi. 
«Il luogo adatto a mangiare i manghi è la vasca da bagno» mi disse 
«sono così sporchevoli... Vede hanno la buccia dura e un interno molto morbido, 
perciò quando si rompe la buccia , tutto il succo schizza fuori. 
Ma adesso io farò un piccolo incantesimo affinchè lei non si sporchi.»(...)"
(A cena con un mago da  "I Raccontastorie" n.22)


Non sono un'esperta di manghi. Avrei potuto discutere della giusta consistenza che dovrebbe avere una buona mela, una pesca o al più di un profumato melone...ma non un mango. Eppure fino a che non ne ho assaggiato personalmente uno nella mia testa doveva essere un frutto dolce ma sbrodoloso come un cucchiaio di pappa da neonati. Avrei tirato a caso invece sul gusto. 

martedì 7 agosto 2018

Spiedini di Peperoncini verdi e Mozzarelle







































"Da quando tu prendi, tu prendi il sol leone
Sei rossa spellata, sei come un peperone..."
(E. Vianello, Il peperone)


A me piacciono i peperoni. Questo è un dato di fatto. 
Ma da qualche anno a loro non piaccio molto io e non serve arrivare alla prova estrema di una peperonata avanzata per colazione perché la loro intemperanza mi si riproponga per l'intera settimana. 

domenica 5 agosto 2018

Ghiaccioli allo Sciroppo di Rabarbaro







































"...I want to know, Have you ever seen the rain?
I want to know, Have you ever seen the rain?
Coming down on a sunny day"
(Creedence Cleawater Revival, Have You Ever Seen The Rain?)


Devo smetterla di rimandare a scrivere un post fino a sera! 
Che poi mi ricordo di dover scaricare le foto, selezionarle, controllare luci e contrasti e mettere insieme almeno 2-3 parole di senso compiuto con le palpebre calanti, rischiando come minimo un numero di refusi e frasi senza senso logico, che lette il giorno dopo mi fanno vergognare di averle scritte. 
Tra le tante cose ho provato un caldo afoso e irrespirabile per tutto il giorno, di quelli che se non si appiccicassero pure i pensieri addosso come la stoffa dei vestiti alle chiappe ad ogni seduta, correrebbero veloci ai fiordi del Mare del Nord, anche solo per illudersi di stare meglio... certo, in questi giorni anche le renne pare non se la passino bene a cercare il refrigerio come inconsueti bagnanti, ma sono quasi convinta stiano meglio di me ora. 

martedì 17 luglio 2018

Fiori ripieni di Ricotta e Pesto alla Menta







































"Chi non ha pane, ma compera fiori, è un poeta."
(proverbio turco)


"Basta sucòi!" ha sentenziato la scorsa settimana mia nonna. 
Come se il suo ordine perentorio potesse determinare la produzione frutticola dell'orto sotto casa. 
In effetti, a sua discolpa, c'è da dire che la raccolta estiva degli ultimi tempi è stata curiosamente caratterizzata ad annate: l'anno scorso è stato l'anno dei cetrioli, quello prima dei fagiolini...quest'anno è senza dubbio quello delle zucchine! E la sovrabbondanza unilaterale del raccolto fa, per così dire, venire a noia o, per essere ancora più espliciti usando una perifrasi nonnesca "vègnar fora dale rece!".
Mentre da un lato cerco nuove strategie per consumare la parte vegetale, al di sopra è tutto un fiorire di grandi petali arancioni...e questo è decisamente il lato positivo.

martedì 10 luglio 2018

Panna Cotta allo Stracchino e Camomilla







































"La bocca non l'è straca se no la sà de vaca"
(proverbio veneto)


Quando una settimana fa ho ritirato un pacco dal Caseificio Tomasoni, è iniziata l'avventura che mi ha impegnato negli ultimi giorni. L'azienda casearia trevigiana, in attività dal 1955, ha coinvolto diversi food blogger chiedendo loro di ideare due ricette che sposassero i loro prodotti con fiori commestibili (Fiori e Stracchino Tomasoni Contest).

lunedì 9 luglio 2018

Granita di Gelsi







































"Scinnì, individuò un bar, s'assittò a un tavolino all'aperto, 
ordinò una granita di caffè e una brioscia."
(A. Camilleri, Gli arancini di Montalbano) 


Quest'anno non mi son fatta fregare! Il periodo era giusto, il caldo non eccessivo nemmeno nel pomeriggio...e avevo rinforzi. "Papàtivadivenireconmeinbiciaraccoglierelemore?", il trucco è stato dirlo tutto d'un fiato e beccarlo subito al risveglio dal pisolino pomeridiano. Al primo "sì" avevo già apparecchiato almeno 3 contenitori e quasi imboccato la porta di casa.

sabato 30 giugno 2018

Galette pesche, miele e lavanda







































Tre anni fa mi trovavo ad annusare i prati di lavanda del Luberon (qui) e ad ascoltare il ronzio frenetico delle api che danzano tra i fiori. Piccolo viaggio meraviglioso del colore dei miei sogni, tra Gordes, Roussillon e Sault, che consiglio a chiunque in questo periodo, quando la Provenza mostra il suo lato più poetico.

sabato 16 giugno 2018

Insalata di miglio, avocado e mela







































"...Nuova ossessione che brucia ogni silenzio
Dammi solo anestetici sorrisi e ancora
Nuova ossessione corrodi ogni momento
Sei la visione tra facce da dimenticare
Nuova ossessione e ormai ci sono dentro
Dammi solo anestetici sorrisi e una
Nuova ossessione perché mi trovo spento
Senza illusioni tra facce da dimenticare."
(Subsonica, Nuova ossessione)


Dal mio penultimo viaggio, quello a Madrid, oltre che con un mucchio di foto da sistemare (che sono andate inevitabilmente a sommarsi agli altri mucchi di foto da sistemare, che di sto passo non farò mai), sono tornata con una nuova ossessione per il sig.Avocado. Quel frutto verde e pastoso, che in terra italiana solitamente non sa di una beata mazza se non di verde e pastoso...e verde. 

sabato 9 giugno 2018

Pastéis de nata







































Si insistes en saber, lo que es saudade 
Tendrás que antes de todo, conocer, sentir lo que es querer 
Lo que es ternura 
Tener por siempre un puro amor, vivir 
Después comprenderás lo que es saudade 
Después que hayas perdido aquel amor 
Saudade es soledad, melancolía 
Es lejanía, es recordar, sufrir 
(M. Palmério, Saudade)


Sette colline, un castello sul fianco che osserva tutto dall'alto, un continuo saliscendi dove, sulla calçada portuguesa bianca e nera,  sfrecciano gialli tram tra bouganville in fiore e alberi viola e centinaia di case e casette dalle facciate colorate, piastrellate, sgangherate, e un fiume che sembra mare, che si allarga sotto due ponti, si estende, si fonde e si confonde, fino a diventarlo. 

mercoledì 30 maggio 2018

Patatas Bravas







































Un tavolo tra tanti in un ristorante un po' mercato, una piazzetta in mezzo al verde e con decine di piante appese come tanti lampadari sopra le teste. Sei persone di cui 3 spagnoli, 2 domenicane e 1 italiana. Non è l'inizio di una barzelletta, ma la parte davvero divertente è stata chiacchierare allegramente di cinema, di figli, di viaggi, di città, di cucina e di cosa siano i supplì o come si facciano i carciofi alla giudia...il tutto ascoltando spagnolo e rispondendo italiano, senza nessuna vera barriera linguistica ad ostacolare la comunicazione. E' in quel preciso momento che, mandando a quel paese la storiella della torre di Babele, ho riso di me pensando che, almeno per una volta, la mia totale inettitudine per le lingue straniere, non era stata un problema.

domenica 27 maggio 2018

Chutney di Rabarbaro







































Lo sapevate che quando a teatro una scena prevede di far finta di parlare senza emettere suono, di chiacchierare animatamente con delle altre persone senza farsi sentire, il trucco più comune è muovere solo il labiale ripetendo "RABARBARO"? 

sabato 19 maggio 2018

Confettura di Fragole e Rabarbaro







































"Let me take you down
'Cause I'm going to Strawberry Fields
Nothing is real
And nothing to get hung about
Strawberry Fields forever..."
(Beatles, Strawberry Fields Forever)


Un campo...tanti campi di fragole. E di rabarbaro, come su Achill Island dove se ne contava una pianta ogni pecora. 
Le prime, piccole simpatiche piantine facili da coltivare anche in un vaso sul terrazzo. Le seconde, alte piante dalle foglie anche giganti e ingombranti che...magari poterle coltivare in un vaso! 

domenica 13 maggio 2018

Risotto alla Borragine







































Tra una pioggia e l'altra questa primavera si sta mostrando a singhiozzo. 
Ma la natura è comunque inarrestabile e lo si capisce quando ci si ritrova a notare quell'angolo di campo incolto oltre la rete a fianco del tuo bar preferito, diventare una sorta di foresta amazzonica da un giorno all'altro. 
In quella foresta di steli d'erba, spighette malefiche e poco altro spuntano i primi papaveri, dei fiori di pisello, distese di malva e pure qualche cardo. Poi delle piccole macchie blu a grappolo, su degli steli ricoperti di leggera peluria. Inconfondibile borragine. 

giovedì 26 aprile 2018

Brioches al succo di mela, sciroppo d'acero e cannella







































Alcuni fine settimana sono fatti per chiudersi in casa, fare finta che fuori ci sia ancora freschino e che nessun raggio di sole potrà dissuadere dal passarli impegnati a sagomare il divano al proprio sedere, sorseggiando una tazza di tè e affondando i denti in morbide, morbidissime brioches, che sanno un po' di mele, di cannella e di tepore natalizio (perché basta dire "cannella" che il collegamento al Natale è lì dietro l'angolo!).

domenica 22 aprile 2018

Grissini al Mais a lievitazione naturale







































Questa ricetta attendeva da tanto che mi decidessi a postarla sul blog. 
E mai momento è sembrato più opportuno che quello della Giornata Nazionale dei Grissini, oggi sul Calendario del Cibo Italiano.
Croccanti e dorati, li immagino deliziosi arrotolati da una fetta di prosciutto o intinti in un fresco formaggio cremoso, perfetti da sgranocchiare insieme all'aperitivo, come companatico, ma anche da soli.
Fatevi tentare. E ora che ci penso, è tempo di rifarli!

sabato 14 aprile 2018

Tarte au citron meringuée







































"...I wonder how I wonder
Why yesterday you told me
About the blue blue sky
And all that I can see is just
A yellow lemon tree
I'm turning my head up and down
I'm turning turning turning turning
Turning around
And all that I can see is just
Another lemon tree..."
(Fool's Garden, Lemon Tree)


Sembra solo ieri quando a fine serata, in un bar karaoke in mezzo alla campagna, mi trovavo a cantare questa canzone davanti a un grande schermo, insieme ai miei compagni di classe e alla prof di inglese, prima di affrontare i nostri esami di maturità.

sabato 31 marzo 2018

Hot Cross Buns


"Hot cross buns!
Hot cross buns!
One a penny,
Two a penny,
Hot cross buns!

If you have no daughters,
Give them to your sons;
One a penny,
Two a penny,
Hot cross buns!"


Passione per panificazione e dolci d'oltremanica e troppe serie made in UK hanno prodotto inevitabilmente un'impennata di ricette anglosassoni su questo blog. Ne sono consapevole.
Questi panini poi era realmente tanto tempo che volevo provare a farli, ma ogni anno la Pasqua mi volava scordandomi di loro. 

giovedì 29 marzo 2018

Tartufi Ricotta e Cocco con cuore fondente







































C'è stato un periodo in cui provavo un particolare gusto, durante le ore passate sui treni sfreccianti tra una stazione e l'altra, a scrivere e sistemare un ultimo post per il blog, come primo rituale delle meritate vacanze.

lunedì 26 marzo 2018

Uova Ripiene con Salsa Tartara







































Finalmente rinasco.
Cielo blu, aria tiepida, giornata lunga, tanta luce, sole alto, tondo tondo, giallo giallo.
Come un limone, come un uovo, un tuorlo, un tondo tuorlo giallo.
Anche lui portatore di vita.

mercoledì 21 marzo 2018

Vellutata primaverile di fave, piselli e violette







































Il tempo è ballerino ma la primavera, signore e signori è arrivata!
E' arrivata in primis con allergia e naso colante a momenti alterni della giornata.
E' arrivata con un marzo ventoso o a piogge intermittenti come nella giornata di ieri.
Con la voglia di aria tiepida, di cambiamenti, di viaggi per mete sconosciute.
Ma visto che per ora l'unica parte del mio corpo a viaggiare è stata la testa...la primavera è arrivata anche con la fregola delle grandi pulizie e il resto (del corpo intendo) ha deciso di passare tutto il weekend immerso tra spugnette e detersivi, folletto e mocio, ovviamente dopo ore passate in cucina per preparare un buffet a tema irlandese per San Patrizio (vogliamo farcelo mancare?).
Morale: la mia schiena ringrazia di avere un portatile e un divano e poter scrivere i miei deliri in versione Paolina Borghese. Quindi mettiamoci pure che è arrivata con stanchezza e sonno da ghiro, ma finalmente con giornate piano piano più lunghe e luminose.

martedì 13 marzo 2018

Focaccia con pesto di ricotta, pinoli e aglio orsino







































"...Fatto, le agnelle assiso, e le belanti
Capre mugnea, tutto serbando il rito,
E a questa i parti mettea sotto, e a quella.
Mezzo il candido latte insieme strinse,
E su i canestri d’intrecciato vinco
Collocollo ammontato; e l’altro mezzo,
Che dovea della cena esser bevanda,
Il ricevero i pastorecci vasi."
(Odissea, Libro IX, 310-317)


Esistono poche cose che in questi ultimi anni ho scoperto avere su di me un effetto riequilibrante come aprire il contenitore del lievito, nutrirlo e rinfrescarlo e mettere le mani in pasta in attesa di vedere la magia del suo "respiro". 
Esistono pochi profumi che hanno il potere di inebriare l'aria di casa e lo stomaco di fame improvvisa, come quello del pane appena sfornato. 
Esistono pochi formaggi...pardon, prodotti caseari, che mantengono in sè il gusto del latte e siano più leggeri della ricotta. Curioso poi come una cosa RI-COTTA, risulti essere tanto fresca al palato.

mercoledì 28 febbraio 2018

Zuppa di ceci e funghi







































E dire che solo qualche settimana fa avevo già annusato nell'aria l'odore di primavera, che le mimose erano in fiore e i primi petali bianchi e rosa avevano fatto capolino sui rami più alti.
Ma come in ogni storia che si rispetti per ogni eroe arriva prima o poi l'antagonista o la grande prova da superare. Così la timida Aria di primavera d'un colpo è stata spazzata via dalla gelida Buriana che, come nei peggiori dei sortilegi, ha gettato in questi giorni intere città in una coltre di neve e ghiaccio. Roma compresa.

domenica 25 febbraio 2018

Crostata fondente con frangipane alle nocciole







































Cosa dite? S.Valentino ormai è passato, Carnevale pure e non ha tanto senso in piena Quaresima proporre tante cioccolatose calorie? E dove sta scritto?

martedì 13 febbraio 2018

British Pancakes







































"Can't you see that it's just rainin'
Ain't no need to go outside
But baby
You hardly even notice
When I try to show you this
Song is meant to keep you
Doin' what you're supposed to
Wakin' up too early
Maybe we could sleep in
Make you banana pancakes
Pretend like its the weekend now
We could pretend it all the time
Can't you see that it's just rainin'
There ain't no need to go outside..."
(Jack Johnson, Banana Pancakes)


Si narra che il Martedì Grasso del 1445 nel paese di Olney della contea del Buckinghamshire, una sbadata casalinga si trovasse nella sua cucina intenta a preparare frittelle, talmente presa tra pastelle da cuocere e rigirare da aver perso di vista l'ora della funzione. Quando il rintocco delle campane le fece realizzare che non sarebbe arrivata in tempo per l'inizio della celebrazione, la donnina per non perdere minuti preziosi, senza neppure slacciarsi il grembiule, si precipitò in chiesa direttamente con la padella in mano.

domenica 4 febbraio 2018

London Fog Tea







































Gli inglesi hanno un cordone ombelicale che non è stato mai tagliato, attraverso cui scorre un flusso continuo di tè. 
E’ curioso osservarli in occasione di improvvisi eventi tragici, orribili, o catastrofici. Il cuore sembra arrestarsi, tutte le membra paiono paralizzate, finché qualcuno non prepara velocemente “una buona tazza di tè”, 
che non manca di produrre in breve tempo il suo effetto benefico e rinfrancante. 
E’ un vero peccato che non tutte le nazioni siano altrettanto consapevoli del potere del tè.
(Marlene Dietrich)


E' iniziato finalmente il mese più corto dell'anno. Che segue inevitabilmente quello più lungo!
Perchè l'impressione, decisamente bizzarra, è stata che gennaio non terminasse più e le sue ultime settimane sono state talmente faticose da farmi desiderare i fine settimana come vere oasi nel deserto. 

lunedì 29 gennaio 2018

Parmigianini







































L'Italia intera ha una produzione di formaggi talmente ricca e varia da detenere senza ombra di dubbio il podio mondiale (checché ne dicano i francesi!). 
Ma altrettanto senza dubbio alcuno in cima a quel podio svetta tra tutti, come un'orgogliosa bandiera d'italianità, il Parmigiano Reggiano. 

martedì 23 gennaio 2018

Risotto ai Mandarini







































La mia domenica pomeriggio appena trascorsa si è svolta all'insegna di un piccolo mercatino di quartiere in cui produttori locali e non presentavano i frutti delle loro coltivazioni e raccolti. 
La bellezza di passeggiare davanti al banco di ognuno di loro e farsi incantare dall'orgoglio con cui raccontano ciò di cui vivono, ti offrono assaggi e ti regalano sorrisi genuini, fa dimenticare per un attimo di non vivere in aperta campagna. 
Biscotti e torte fragranti, nocciole e mandorle dolcissime, confetture e miele che non ho portato a casa con me solo ricordandomi più volte quanti ne ho già parcheggiati in dispensa in attesa di essere consumati.

sabato 20 gennaio 2018

Carbonara







































1. Usa sempre er guanciale. Si volevamo er bacon annavamo in America.
2. Niente parmigiano, solo pecorino. Chi dice metà e metà c’ha quarcosa da nasconne.
3. Nun coce l’ovo. Mejo n’infezione che na frittata.
4. Niente ajo e niente cipolla, nun stai a fa er ragù.
5. Nè ojo, nè buro, nè strutto. Hai da fa’ spurgá er guanciale.
6. Niente peperoncino. In Calabria ce vai st’estate.
7. Non usare altre spezie al di fuori der pepe. Si nun te sta bene vai a cena dall’indiano.
8. Chi mette ‘a panna dovrebbe annà in galera.
9. Nun dì mai ‘carbonara’ e ‘vegana’ nella stessa frase.
10. Tonnarelli, spaghetti, bucatini, rigatoni. Va bene tutto, basta che non fai scoce ‘a pasta.

domenica 7 gennaio 2018

Canederli (Knödel)



Nonna ci metteva salsicce e fegatini, io ho ceduto al mio amore per il più classico speck. 
Nonna li faceva di dimensioni epocali (roba che uno bastava a riempirti il piatto), io ho preferito riportarli alla loro grandezza "umana". 
Nonna li chiama "canedarli"...per tutto il resto del mondo sono "knödel". 
Ma la vera domanda è: perchè una nonna veronese avesse nel suo ricettario un piatto tirolese? 

martedì 2 gennaio 2018

L'ultima fetta di Arcobaleno







































"(...)«Ti farò un regalo» cantò sul ritornello che Gianni gli aveva fischiato. 
«Cosa sarà quel portento? Un lucchetto d'oro o una chiave d'argento?»
 Gianni, che non avrebbe saputo cosa farsene di un regalo simile, disse súbito: 
«Per piacere, la cosa che mi piacerebbe di più al mondo è un arcobaleno tutto per me.»(...)"
(L'ultima fetta di arcobaleno da "I Racconta Storie" n.2)


Esistono poche cose che raccontano la mia infanzia come le due valigette rosse piene di decine di cassette di storie e fiabe narrate dalle voci più famose della recitazione italiana anni '80. 
Accompagnavano i miei pomeriggi di giochi, ogni notte, prima di andare a dormire, sceglievo una cassetta diversa e la facevo suonare nel buio della stanza con la coperta tirata fin sopra le orecchie e quando ero malata mi facevano compagnia, mentre sdraiata a letto mi divertivo a sfogliare i fascicoli rilegati e seguire i racconti osservando le belle illustrazioni o colorando i disegni che si trovavano nelle pagine centrali. Ho imparato la bellezza dell'ascolto, la poesia di un bel racconto e centinaia di parole nuove, ascoltando tutte quelle storie...fino a impararle a memoria, a conoscere come le mie tasche i disegni, le musiche, le voci, fin anche il colore delle copertine di ogni fascicolo.

lunedì 1 gennaio 2018

Calendario 2018

Gli ultimi giorni del 2017 sono stati per me all'insegna della febbre, della pioggia, delle imprese sfornate nel cuore della notte, ma anche della famiglia, dei veglioni in tuta con le amiche, delle vecchie fiabe, dei colori in punta di pennello...o in strati di torta.

Una cara amica mi ha vivacemente ricordato che il muro della sua cucina aspettava speranzoso il nuovo calendario del Macinino che lo salvasse dal grigiore e dalla tristezza. Potevo astenermi?
A quella amica e al suo muro, ma anche ai muri di tutti gli amici vecchi e nuovi, ovunque essi siano, dedico questo piccolo calendario da scaricare e stampare, perfettibile sicuramente, ma sempre fatto con il cuore.

Che il 2018 regali a ciascuno arcobaleni sopra ogni tempesta.
M.

***
calendario2018 (ITA)

calendario 2018 (ENG)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...