venerdì 14 dicembre 2018

Gingerbread Cookies







































"...Il terzo giorno, quand'ebbero camminato fino a mezzogiorno, giunsero a una casina fatta di pane e ricoperta di focaccia, con le finestre di zucchero trasparente. 
"Ci siederemo qui e mangeremo a sazietà," disse Hänsel. 
"Io mangerò un pezzo di tetto; tu, Gretel, mangia un pezzo di finestra: è dolce." 
Quando Gretel incominciò a rosicchiare lo zucchero, una voce sottile gridò dall'interno:
"Chi mi mangia la casina, zuccherosa e sopraffina?"..."
(F.lli Grimm, Hansel e Gretel)


C'è aria di festa già da un po' nella mia cucina, e la ricerca del biscotto natalizio perfetto mi ha riportata inevitabilmente al gingerbread. 
Dopo aver vagato tra libri, web e vari nomi famosi della bakery anglosassone, ho deciso di affidarmi a una bravissima blogger italiana con una predilezione dichiarata per i biscotti, limando e riadattando di pochissimo la sua versione che già molto uguagliava quelle più classiche. Quello che mi ha conquistato è l'utilizzo dello zucchero integrale, che io stessa amo molto per il suo essere così particolare nella consistenza e nel gusto fortemente aromatico, così da sostituire, insieme al miele, la melassa (o il golden syrup) grande protagonista dei cookies oltremare. A quel punto, quando la mia casa nel weekend ha cominciato ad odorare di biscotti e cannella, è stato tutto un gioco di candida glassa e zuccherini. I fiocchi si sono immediatamente innevati e i piccoli muri sono diventati dolci casette, da appoggiare su tazze fumanti, alla luce dei miei adorati alberi. Basta poco per esser felici.







































(liberamente tratto da Panelibrienuvole...con un pizzico di Martha Stewart che non guasta mai)
Ingredienti:
  • 350 gr di farina 0
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • 70 gr di zucchero di canna integrale
  • 20 gr di zucchero semolato
  • 120 gr di miele millefiori fluido
  • 1 uovo
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale
per la ghiaccia reale:
  • 1 albume (35 gr)
  • 150 g di zucchero a velo
  • qualche goccia di succo di limone
  • 1 pizzico di sale
Montate a crema il burro ammorbidito con lo zucchero semolato e di canna integrale (se volete diminuire possibili grumi che l'umidità dello zucchero integrale tende a fare, potete passarlo al mixer, come consiglia Alice di Panelibrienuvole), quindi aggiungete incorporando bene il miele e l'uovo. A parte setacciate insieme la farina con il bicarbonato, un pizzico di sale e tutte le spezie. Unite poco per volta gli ingredienti secchi a quelli umidi precedentemente mescolati e impastate abbastanza velocemente a formare un panetto liscio. Appiattitelo, chiudetelo nella pellicola e riponetelo a riposare in frigo almeno 30 min. Su un piano infarinato stendete l'impasto a 4-5 mm e create le forme che preferite con dei taglia biscotti o, nel caso delle casette con un coltello ben affilato seguendo degli stampi di cartone che vi sarete preparati come preferite. Disponeteli su un pezzo di carta da forno e fateli raffreddare ulteriormente 10-15 min in frigorifero prima di infornarli. Cuoceteli a 180° per 10-12 min.
Completamente raffreddati potrete decorarli con la ghiaccia fatta aggiungendo all'albume un pizzico di sale, qualche goccia di limome e cominciando a montare con le fruste, appena il volume sarà aumentato potrete aggiungere lo zucchero a velo poco per volta sempre mescolando e continuando quindi a montare fino ad ottenere un composto denso e molto lucido. Con l'aiuto di una sac à poche con una bocchetta da 1 mm potrete creare le decorazioni, incollare insieme i pezzi delle casette o, se tenuto leggermente più fluido aggiungendo meno zucchero, spennellare e glassare l'intera superficie dei biscotti.



2 commenti:

  1. Sono davvero belli Michela! E grazie della citazione, ne sono onorata. La prossima volta provo anche io con un po' di bicarbonato, secondo me fa il suo gioco ;-)
    Grazie e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te dei consigli preziosi e per essere una così grande sostenitrice dei biscotti. Il bicarbonato secondo me li mantiene leggermente morbidi all'interno, anche se probabilmente in modo impercettibile. Ora ti tocca riprovare! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...