martedì 10 luglio 2018

Panna Cotta allo Stracchino e Camomilla







































"La bocca non l'è straca se no la sà de vaca"
(proverbio veneto)


Quando una settimana fa ho ritirato un pacco dal Caseificio Tomasoni, è iniziata l'avventura che mi ha impegnato negli ultimi giorni. L'azienda casearia trevigiana, in attività dal 1955, ha coinvolto diversi food blogger chiedendo loro di ideare due ricette che sposassero i loro prodotti con fiori commestibili (Fiori e Stracchino Tomasoni Contest).

lunedì 9 luglio 2018

Granita di Gelsi







































"Scinnì, individuò un bar, s'assittò a un tavolino all'aperto, 
ordinò una granita di caffè e una brioscia."
(A. Camilleri, Gli arancini di Montalbano) 


Quest'anno non mi son fatta fregare! Il periodo era giusto, il caldo non eccessivo nemmeno nel pomeriggio...e avevo rinforzi. "Papàtivadivenireconmeinbiciaraccoglierelemore?", il trucco è stato dirlo tutto d'un fiato e beccarlo subito al risveglio dal pisolino pomeridiano. Al primo "sì" avevo già apparecchiato almeno 3 contenitori e quasi imboccato la porta di casa.

sabato 30 giugno 2018

Galette pesche, miele e lavanda







































Tre anni fa mi trovavo ad annusare i prati di lavanda del Luberon (qui) e ad ascoltare il ronzio frenetico delle api che danzano tra i fiori. Piccolo viaggio meraviglioso del colore dei miei sogni, tra Gordes, Roussillon e Sault, che consiglio a chiunque in questo periodo, quando la Provenza mostra il suo lato più poetico.

sabato 16 giugno 2018

Insalata di miglio, avocado e mela







































"...Nuova ossessione che brucia ogni silenzio
Dammi solo anestetici sorrisi e ancora
Nuova ossessione corrodi ogni momento
Sei la visione tra facce da dimenticare
Nuova ossessione e ormai ci sono dentro
Dammi solo anestetici sorrisi e una
Nuova ossessione perché mi trovo spento
Senza illusioni tra facce da dimenticare."
(Subsonica, Nuova ossessione)


Dal mio penultimo viaggio, quello a Madrid, oltre che con un mucchio di foto da sistemare (che sono andate inevitabilmente a sommarsi agli altri mucchi di foto da sistemare, che di sto passo non farò mai), sono tornata con una nuova ossessione per il sig.Avocado. Quel frutto verde e pastoso, che in terra italiana solitamente non sa di una beata mazza se non di verde e pastoso...e verde. 

sabato 9 giugno 2018

Pastéis de nata







































Si insistes en saber, lo que es saudade 
Tendrás que antes de todo, conocer, sentir lo que es querer 
Lo que es ternura 
Tener por siempre un puro amor, vivir 
Después comprenderás lo que es saudade 
Después que hayas perdido aquel amor 
Saudade es soledad, melancolía 
Es lejanía, es recordar, sufrir 
(M. Palmério, Saudade)


Sette colline, un castello sul fianco che osserva tutto dall'alto, un continuo saliscendi dove, sulla calçada portuguesa bianca e nera,  sfrecciano gialli tram tra bouganville in fiore e alberi viola e centinaia di case e casette dalle facciate colorate, piastrellate, sgangherate, e un fiume che sembra mare, che si allarga sotto due ponti, si estende, si fonde e si confonde, fino a diventarlo. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...