venerdì 28 aprile 2017

Pesto di foglie di carota








































"Là nella quiete della conigliera
sta accadendo un fatto molto strano
c’è qualcheduno che alla sua maniera
vuole seguire la moda di oggidì. [...]
Ai fratelli coniglietti che divorano l’erbetta
dice siete dei matusa non vi so proprio scusar.
Il coniglietto Tippy
è diventato hippy
e balla arcicontento
pum pitipum pitipum"
(Tippy, Il Coniglietto Hippy)


Ormai i supermercati ci hanno tristemente abituati a carote di dimensioni spropositate e quasi mummificate a volte dentro le loro vaschettine di plastica. Eppure quando raccoglievo carote direttamente dalla terra dell'orto di mia nonna, io le ricordo con una folta capigliatura. 
Ritrovarle al mercato con tutto il loro verde ciuffo è stata una tale gioia che, quando la ragazza al banco mi ha chiesto se per caso le volessi senza, sono quasi inorridita. 
Apro quindi una campagna contro le carote calve, perchè una volta che vi ricorderete la vera dolcezza di queste piccole radicette arancioni capellone, vi chiederete come avrete fatto a farne senza. 
E se come me ne avrete riempito casa come nemmeno il coniglietto Tippy avrebbe osato, dopo esservi strafogati di carrot cake...quei ciuffi non li butterete vero?!?
Ecco la soluzione a tutti i vostri problemi e un modo sano e ingegnoso per consumare le carote in tutta la loro interezza! 
Viva le carote hippy!!!







































Ingredienti:
  • 50 gr di foglie di carota
  • una manciata di mandorle
  • 2 cucchiai di grana
  • olio evo
  • sale grosso
Elimina le parti dure dei gambi e tieni solo le cime con le foglie. Lavale e asciugale molto bene e tosta leggermente in padella le mandorle (io le preferisco con la buccia). In un mixer trita le mandorle, quindi aggiungi anche le foglie un paio di pizzichi di sale grosso e due cucchiai di grana e sempre tritando aggiungi l'olio a filo, poco per volta, fino a che il pesto non ha una consistenza morbida, anche se densa e ancora granulosa. Utilizza subito o conserva in frigo per qualche giorno in un vasetto ermetico. Io l'ho usato per condire un piatto di fusilli a cui ho aggiunto un cucchiaio di acqua di cottura e qualche dadino di carota saltato in padella con un filo d'olio.


4 commenti:

  1. Abbiamo avuto la stessa idea, anch'io ho fatto la stessa ricetta e concordo con te sulle carote. Da quando ho scoperto il pesto con i ciuffi, appena le trovo le acquisto.. è troppo buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai assolutamente ragione!!! Viva i ciuffi e viva l'aria di primavera che suggerisce a tutti ricette belle e facili...oltre che buone! ;)

      Elimina
  2. L'ho insegnato alle donne che preparano le cassette di verdura giù all'orto...ma ahimè avevano già tolto i ciuffi..peccato sarà per la prossima volta...ma intanto forse verranno a visitare il tuo blog ;-)

    RispondiElimina
  3. L'ho insegnato alle donne che preparano le cassette di verdura giù all'orto...ma ahimè avevano già tolto i ciuffi..peccato sarà per la prossima volta...ma intanto forse verranno a visitare il tuo blog ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...