venerdì 3 ottobre 2014

Torta Russa e la seconda candelina







































Non fatevi trarre in inganno dal nome perché questo è un dolce tipico veronese.
Ebbene sì,  non esiste una pasticceria del centro che non abbia esposta in bella vista questa torta, non di grande bellezza intendiamoci, ma che i miei concittadini sanno come non si possa non amare per il felicissimo matrimonio tra un friabile e burroso guscio e un ripieno soffice e profumato di mandorle e amaretti.
A ennesima riprova che le cose migliori non necessariamente si impomatano di creme e zuccheri colorati, di glasse luccicanti e colate di sciroppi, ma il più delle volte si nascondono dove meno te l'aspetti, in croste insignificanti e superfici stortignacole.
Quasi non ci credo che questo piccolo blog sia arrivato a spegnere la seconda candelina e nemmeno d'essere ancora qua a scrivere parole che pensavo, in tutta sincerità, avrei esaurito mestamente dopo pochi mesi. Certo non sono sempre presente quanto vorrei e mi accorgo come alcuni periodi siano stati decisamente più "pigri" rispetto le iniziali cariche partenze, ma il mio viaggio sembra continuare.
Vista l'occasione avrei forse potuto presentarvi ricette più laboriose (?!?), ma ho pensato fosse bello ricordare oggi le mie origini, perchè per quanto un viaggio sia lungo penso sia sempre importante tenere a mente quale sia la partenza. Così che qualunque sia il percorso fatto o quello che si farà si abbia sempre un posto sicuro a cui tornare.
Tanti auguri piccolo "macinino"!






































(da A. Piubello, Dolci di Verona)
Ingredienti:
  • 170 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 150 gr di mandorle
  • 100 gr di amaretti
  • 3 uova
  • 1 limone
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 confezione di pasta sfoglia rotonda
Montate a crema le uova con lo zucchero, quindi unite poco per volta la farina setacciata con il lievito, il burro sciolto a bagnomaria, le mandorle tritate finemente, gli amaretti sbriciolati e la scorza grattuggiata di un limone. Rivestite una tortiera prima con della carta forno, poi con la sfoglia, lasciandola cadere oltre il bordo. Versate il composto sulla sfoglia e ripiegate leggermente i bordi sulla superficie della torta. Cuocete a 180° per 40 min circa.

4 commenti:

  1. Tantissimi auguri x il tuo traguardo e con questa delizia non potevi festeggiare in modo migliore :-D
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consuelo! Un grosso bacione!!!

      Elimina
  2. Buon compleanno e - visto che a Verona dovrei prima o poi capitare in tempi relativamente brevi - prendo nota. del suggerimento.
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudette!!! Sì sì prendi nota...insieme ai risini, lesso e pearà, bigoli col musso, risotto all'amarone...ahahah

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...