venerdì 25 dicembre 2015

Natale di carta







































"Have yourself
A merry little Christmas   
Let your heart be light                 
From now on     
Our troubles      
Will be out of sight

Have yourself
A merry little Christmas   
Make the Yuletide gay  
From now on    
Our troubles     
Will be miles away..."



Chi l'ha detto che gli addobbi migliori sono quelli più costosi?

Nelle mie ultime settimane il mio passatempo nei lunghi viaggi in pullman da casa a lavoro e ritorno è stato piegare pagine di vecchi libri. Per lo più libri inutili, nessun romanzo, ma tanta scartoffia burocratica che non serviva più e nessuno voleva. 
Quel "gioco" di origami di riciclo e la continua ricerca degli alberelli alternativi, di cui già vi avevo raccontato, mi ha portato a pensare ad una tavola natalizia di sola carta (e poco altro a dire il vero). 
Un runner dorato sulla tovaglia candida, vecchie posate della zia tirate a lucido e carta, cartoncino, libri e spartiti, in un rincorrersi di pieghe e sovrapposizioni.

Nel mostrarvi la tavola a cui siederò oggi con la mia famiglia, troppo tardi per poterla copiare quest'anno, ma sempre in tempo per i natali a venire, vi mando gli auguri più sentiti che mi siano possibili.
Per un Natale fatto di poca ricchezza ma tanto ingegno, semplice e leggero, come un foglio di carta, ma riempito degli affetti più cari e la voglia di stare insieme.
Buon Natale!!!


"...Here we are as in olden days       
Happy golden days of yore        
Faithful friends     
Who are dear to us  
Gather near to us once more         

Through the years  
We all will be together     
If the Fates allow 
Hang a shining star          
Upon the highest bough
And have yourself
A merry little Christmas now"

(Hugh Martin e Ralph Blane)


***





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...