sabato 22 dicembre 2012

Bretzel







































Sono sul treno direzione Verona.
Sto tornando a casa per le feste natalizie.
Per me non esiste la domanda: "che fai per Natale?" perchè per me c'è una sola e scontata risposta: "ovviamente lo passo con la mia famiglia!"
Così proprio in questi giorni mi domandavo come fosse possibile per altra gente valutare diverse opzioni...
E' certo che per me il concetto di famiglia è decisamente elastico, altrettanto quello di casa.
Io che in questi anni ho cambiato città, domicili e indirizzi in modo frenetico non ho un'idea di casa univoca e non certo legata per forza a determinate quattro mura.
E' casa ogni luogo in cui si custodiscono gli affetti, dove ci sono le persone più care, dove c'è qualcuno che ci vuole bene e che ci aspetta anche solo per un abbraccio. 
Altrettanto vero che le famiglie possono consistere in una enorme varietà di tipologie: famiglie di sangue, famiglie d'amore, famiglie di amicizie...
Per me, se non esistono impedimenti considerevoli, non ha senso passare il Natale lontano da casa e dalla propria famiglia o dalle proprie famiglie.
Sono sul treno direzione Verona e tornando a casa penso ai legami, agli affetti e a come sia necessario non dimenticare mai quelli belli, non lasciare mai quelli che valgono. Ma far di tutto, anche attraverso le cose che facciamo, le nostre passioni, che li si ha immancabilmente sempre nel cuore, ovunque ci si trovi.
Vi lascio un'altra ricetta da poter usare come idea regalo (perchè no?), che profuma di mercatini a festa, di cose semplici, di esperimenti di pane fatto in casa, di legami, di abbracci, di Natale...almeno per me.

Ingredienti:
  • 500 gr di farina
  • 25 gr di lievito di birra
  • 50 gr di burro
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di sale
  • acqua q.b. (250 ml circa)
  • 3 cucchiai di bicarbonato
  • sale grosso o in fiocchi
Versate a fontana la farina in una ciotola e sbriciolate al centro il lievito e lo zucchero.
Aggiungete una piccola quantità di acqua tiepida (fate attenzione che non sia troppo calda per non danneggiare il lievito) e inglobando un po' di farina formate una pastella che lascerete lievitare in un luogo tiepido. A questo punto aggiungete il burro ammorbidito alla pastella e poco per volta il resto dell'acqua con il cucchiaio di sale, impastando fino a che risulterà un panetto liscio e non si attaccherà alle mani.
Lasciatelo lievitare al coperto per almeno 1 ora.
Quindi impastate di nuovo e formate dei cordoncini (ne vengono circa 8) che ripiegherete, incrociando le estremità, nella classica forma a nodo. Lasciateli lievitare altri 20 min su un piano opportunamente infarinato. Mettete a bollire dell'acqua in una pentola e, raggiunto il bollore, aggiungete il bicarbonato. Aiutandovi con una schiumarola fatevi bollire un paio di bretzel per volta per mezzo minuto. Scolateli e fateli asciugare su uno strofinaccio. Spolverateli di sale grosso e cuoceteli per 20 min a 200°, tenendo sotto controllo la doratura.
Buoni come accompagnamento a speck, salumi e formaggi, come snack da aperitivo o anche in versione dolce, cosparsi di zucchero invece che sale o semi vari (sesamo, papavero ecc)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...